Catalogo degli oggetti sommersi: il profumo (e il profumo all’aglio 😅)

cos 45 profumo foglia.png

Questa boccetta di profumo era già vuota quando l’ho trovata, ma profuma lo stesso, e tuttora dà profumo a tutto il mio bauletto degli oggetti sommersi.

Da bambina avevo il mini kit del Profumìo, di cui amavo le boccette.

Ne ho ancora una, col tappo viola, dove misi l’ultimo goccino di un profumo che avevano regalato a mia mamma, prima che lo buttasse una volta finito. Ce l’ho ancora, e lo ricomprerei, se sapessi come si chiamava.

Invece normalmente usava il “Gocce di Napoleon”; ma a parte che per la confezione con le gocce, a me non piaceva per niente. Per fortuna però non lo metteva spesso, lo usava solo nelle occasioni.

Una sera accompagnai mio papà a casa di un suo collega, e sulla porta quest’ultimo mi regalò un grosso fiore bianco del suo giardino, dai petali grassi. Forse era di magnolia. A casa con le foglie macerate ho fatto un profumo.

Un’altra volta a casa dei miei nonni materni in Romagna, nel loro garage in cortile, con lo stesso procedimento ho fatto il profumo all’aglio. Non mi stupii molto del poco successo riscosso tra le menti pratiche dei miei parenti ai cui nasi presentai la mia creazione.

In quel garage tenevano le gabbie delle lumache che poi ho scoperto che mangiavano, pulendole con dei processi orribili. Mia nonna, una volta morte e mezze bollite, le tirava fuori con una forchetta con una punta sola, di quelle esterne. Trovavo malvagio quel procedimento, come se rendessero arcigna anche la sua espressione.

Sempre in quel garage facevamo il lungo procedimento delle conserve di pomodoro e delle pesche sciroppate.

Una volta ero lì a giocare con la mia amica del mare Samantha, che viveva in quella palazzina. Mi regalò un pezzo di corallo bianco, ma prima per un po’ di tempo mi inquietò perché faceva finta di parlargli, come se le desse risposta. Lo aveva fatto anche con dei materassini da spiaggia.

20 Comments

  1. Il profumo all’aglip è decisamente originale xD anche io mi ricordo andavo con la signora che mi curava da piccola alla ricerca di lumache. La prima volta, ingenuamente, l’aiutai… poi quando scoprii cosa intendeva farne le successive volte camminavo a qualche passo di distanza da lei e appena vedevo una lucava invece di prenderla… la nascondevo!

    Piace a 2 people

  2. Non immaginavo che si potessero usare le lumachine per creare un profumo 😐 .
    Comunque, anche a me piacerebbe inventare delle fragranze, ma sono del tutto ignorante riguardo i metodi per crearle. All’aglio non se sia l’ideale 😂 comunque è carinissima la boccetta! 😀

    Piace a 1 persona

    1. Ciao!! ^_^ Ci ho provato anni fa, ma non l’hanno riconosciuto… mi pare che la boccetta fosse abbastanza anonima, molto probabilmente non era tra le marche più note… ma potrei riprovarci un’altra volta!
      Poi a me raramente piacciono i profumi da donna, anche per questo l’avrei ritrovato volentieri! 🙂

      "Mi piace"

      1. Forse hai trovato qualche commessa incompetente o una da poco nel settore.
        Sono sicuro che se trovi una che ha esperienza ti può aiutare…

        Piace a 1 persona

      2. Sì infatti mi avevano liquidata in fretta… meglio riprovare! Mi è anche venuto in mente dove, in una profumeria che ci sono stata pochissime volte ma c’era sempre una signora di una certa età molto gentile… ci proverò ^_^ Grazie del suggerimento, non ci avevo pensato!

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...