Chi è Baal Culo?

baal phenomenon 1

Baal Culo è un portatore di atti effimeri per eccellenza, non poteva mancare in questo blog. È una persona dall’identità sconosciuta che gira da anni per Milano e periferia, scrivendo i suoi versi ovunque. Per molti milanesi è un personaggio mitico.

Baal Culo scrive di vari argomenti, sempre riconducibili a insulti verso Baal, o a suoi sinonimi. Alcune sue opere restano nel tempo e altre se ne vanno, quando ad esempio scrive sui cartelloni pubblicitari. Nei cartelloni della fermata della metropolitana di Lanza c’è sempre.

Oppure si può trovare sui corrimano delle scale mobili sempre della metro, sulle macchinette del caffè e bibite, sui cestini della spazzatura, alle fermate dei tram, sulle centraline elettriche, sui cartelli stradali, sui pali della luce, sui muri.

C’è una sistematicità sicuramente, perché per esempio sui cestini verde scuro scrive con il bianco (forse sbianchetto) in modo che le parole risaltino, mentre sulle superfici chiare scrive col nero. Vuol dire che si porta dietro il materiale. Quando esce sa che andrà anche a scrivere.

Ci sono varie ipotesi su chi sia, e secondo alcune frasi misteriose che c’erano su una colonnina del capolinea del tram a Gratosoglio, se ricordo bene dovrebbe essere di origini sudamericane. Accenna a una data, di parecchi decenni fa, in cui sarebbe partito. Gli amministratori della pagina Facebook dedicata a lui hanno raccolto tantissime immagini, alcune fornite anche da me.

Le sue caratteristiche più divertenti sono tre: l’originalità degli insulti, il destinatario che è sempre e solo Baal, e i suoi interventi su immagini preesistenti come appunto i cartelloni pubblicitari (sulla pagina ne potete trovare di ogni tipo).

Qui inserisco solo due foto per darvi un’idea, oltre al video che lo rappresenta al meglio. La prima è un elenco esemplare dei suoi insulti (tra cui spicca l’inspiegabile torta, come anche in molte altre scritte, e il mai visto altrove yegua) e la seconda è una delle ultime opere che ho trovato e che è tra le più criptiche.

Chissà se lui sa che è un personaggio storico per tanti. La sua calligrafia è inconfondibile.

baal phenomenon 2

 

57 Comments

    1. Con Baal credo intenda proprio “Baal”, il dio dei Fenici che però per i cattolici è uno dei sinonimi del diavolo… infatti in molte scritte usa anche il nome satana o simili!
      Ah sì, è quello che mi affascina, le infinite varietà e possibilità della mente umana! *_*

      "Mi piace"

  1. Ahah! Aggiungerei che una sua caratteristica è quella di infiltrarsi come l’acqua negli angoli più nascosti… insomma lo puoi trovare alla stazione di Cadorna, ma anche in una traversina nascosta di un mini market di periferia XD Chissà, magari un giorno sapremo la verità!

    Piace a 1 persona

    1. Ahah benissimo! 😀
      Anche a me fa ridere, adoro trovare le sue scritte nei posti più impensabili, come a dire “è passato di qui!”! xD
      Una volta ho sognato che trovavo una sua scritta sul balcone 😀

      "Mi piace"

Rispondi a Rospo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...