Erbario degli stati d’animo: il cappello del signor Chi

erb cappello
Immagine: illustrazioni del libro “Flora spontanea protetta”
Parole: tratte da Neuromante di William Gibson ed altri libri vari
Nome: da un vocabolario per bambini di inglese-italiano (i dettagli di tutte le fonti sono qui).

Tanto spesso penso alla vita come prendendovi molta distanza e osservando tutto da una navicella spaziale.

E penso a tutte le congetture umane, i progetti, i ragionamenti, le deduzioni, i tentativi di condurre le cose in un certo modo.

Tutte queste attività le vedo minuscole di fronte al flusso della vita, che mi piace chiamare anche caos, destino, universo…

Caos, destino e universo li considero sempre equiparati, perché sono entrambi semplicemente portatori di presente.

In qualunque modo io sia arrivata qui, ora, a quest’ora, in questo giorno dell’anno solare, sul pianeta Terra che gira intorno al Sole nella via Lattea, a questa scrivania, semplicemente sono qui ora.

Poco importa se mi ci abbia condotta il caos, con delle equazioni misteriose lanciate nell’atmosfera come tiri di dadi.

Poco importa se sia qui per destino, come camminando in ogni istante sul mio filo rosso, come fosse un binario interstellare invisibile.

Poco importa che io sia qui perché le mie programmazioni biologiche e psicologiche mi abbiano condotta razionalmente fin qui.

Ma dov’è il qui?

Sono qui, ma dove sono?

Solo dentro il cappello del signor Chi è nascosta la verità.

Ma chi è il signor Chi?

E dov’è?

45 Comments

    1. “Perché” è la mia domanda fondamentale
      🙂 Non credo potremo mai arrivare a una risposta sicura, non nel tempo della nostra vita… nel frattempo trovo che continuare a porsi la domanda sia la cosa più importante da fare!

      Piace a 4 people

    1. Wow *_* Per me è uno dei complimenti migliori possibili!
      Non so se l’avevi letto in qualche tag dove l’avevo scritto, ma sono fissata da sempre con Alice, è la cosa che ha contribuito di più alla mia formazione!
      Ho anche una maglietta 😛
      Quindi proprio grazie ❤ _ ❤

      Piace a 2 people

      1. Che bello *_* Non ci avevo pensato, ma in effetti a farci caso con distacco si vede che c’è un’influenza! 😀
        Il libro l’ho letto solo da grande, e un po’ alla volta lo sto rileggendo… invece il film Disney lo so a memoria sillaba per sillaba, da bambina lo vedevo sempre! xD E anche ora ogni tanto lo rivedo 😛

        Piace a 1 persona

  1. Cara Sara. ..adoro il -tuo erbario- ma non sono affatto stupito… amo il tuo genio… fai a pazzi le cose le Monti e le rimetti insieme in un modo unico e personale…senza paura ma con grande ingegno…mi piace mi piace moltissimo…continua così! !!

    Piace a 2 people

  2. La tua capacità di dire cose geniali con cose semplici mi lascia sempre piacevolmente stordita. Riesco a capire bene la sensazione che hai descritto nella prima parte perchè talvolta anche io mi sento in quel modo. Immagino come se ci fosse una telecamera che parte vicinissima e pian piano si allontana ed io mi osservo dal di fuori mentre divento sempre più piccola sino a che non sono talmente piccina da diventare un puntino e poi sparire.

    Piace a 1 persona

    1. Che bello Judith, grazie!! ❤ _ ❤
      Sì, è esattamente quella la sensazione, l'hai descritta benissimo!
      E alla fine c'è un brulicare di lucine e formichine °-°
      Questa è tra le cose che mi ispirano in assoluto di più, sto scrivendo altre cose sempre sul tema!
      Ogni tanto, dal nulla, parte questa cosa "della telecamera", tipo Google Maps, che mi inquieta assai se faccio lo zoom all'indietro =_=…
      Mi fa davvero piacere sapere che queste riflessioni sono così precisamente condivise ❤

      "Mi piace"

    1. Grazie mille Monique!! *__*
      A me piace tenere questi punti di vista contemporaneamente… proprio perché secondo me sono appunto varie lenti attraverso cui guardare la stessa cosa, il mistero dietro a tutto 🙂
      Anche il destino si serve del caos, e il caos, dato che (almeno in questo universo, per quanto ne sappiamo, ecc) non sdoppia il suo percorso, ha un destino!
      Mi fa piacere che anche tu rifletti su queste cose, non è per niente scontato e ammiro tantissimo chi lo fa! E infatti dai tuoi scritti traspare ^_^

      Piace a 1 persona

      1. Bella riflessione! La terrò in considerazione quando mi troverò di nuovo a pensare a queste cose. Che cosa intendi quando dici “il caos non sdoppia il suo percorso”? Mi è sfuggita questa parte. Comunque sì, fa piacere trovare qualcuno altro che si perde in questi ragionamenti. 😀

        Piace a 1 persona

      2. Che bello!! 😀
        Intendevo che il caos, per quanto ci appaia come appunto caotico e casuale, compie comunque un percorso. Nel senso che se vedessi ad esempio la vita di una persona come “in balia del caos”, comunque quella persona compierebbe un percorso, uno soltanto. Solo l’uomo può eventualmente avere il concetto di disordine se non ne apprezza il percorso, o non ne vede uno scopo, e dire che è per via del caos. Ma anche se col caos, il suo percorso è singolo, ogni bivio viene passato (in questo senso non si sdoppia, cioè nessuno a un certo punto compie due percorsi in contemporanea… ma mi ero espressa male in effetti :P). Perciò, vada come vada una vita, il suo percorso è uno, e perciò “è il suo destino”.
        Ho scritto un papiro enorme, mi dico sempre di evitare ma questa conversazione era troppo adatta! 😀
        Adoro parlare di queste cose, e non sempre capita l’occasione *_*

        Piace a 1 persona

      3. Ora è tutto più chiaro! Grazie mille per la spiegazione! La tua idea mi piace. Qualche anno fa ho attraversato un periodo buio e, se prima tendevo a pensare a una legge universale, poi ho iniziato a non vedere lo scopo e ad accorgermi solo del caos. Bivi infiniti sono possibili se si considerano gli universi paralleli, ma adesso sono io che rischio di scrivere un papiro! 😀 Avremo sicuramente occasione per parlarne ancora. 😊

        Piace a 1 persona

      4. Mi fa piacere di essere riuscita a spiegarmi meglio! 😀
        Adoro il discorso degli universi paralleli!! Tra non molto pubblicherò uno scritto apposito! Non è provabile, ecc, ma mi affascina un sacco l’idea! Sono curiosa anche di sapere la tua opinione in merito! *_*
        Sicuramente ne riparliamo, e i papiri sono i benvenuti 😀 ❤

        Piace a 1 persona

    1. Wow, grazie mille! *–*
      Che bello, hai capito l’intenzione… e soprattutto mi fa piacere che la sensazione finale sia positiva 🙂
      L’accettazione a livello filosofico è uno dei miei temi preferiti, specialmente riguardo l’ineluttabile 🌈

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...