Erbario degli stati d’animo: sport estivi e invernali

erb sport invernali
Immagine: illustrazioni del libro “Flora spontanea protetta”
Parole: tratte da Neuromante di William Gibson ed altri libri vari
Nome: da un vocabolario per bambini di inglese-italiano (i dettagli di tutte le fonti sono qui).

Era estate. Ero con mia mamma in romagna per le vacanze, come sempre. Avrò avuto dai sei agli otto anni.

Eravamo a Torre Pedrera, in spiaggia. Stavamo giocando a bocce in riva al mare con altre persone. Io in realtà gironzolavo tra la spiaggia e la zona dei bar e delle cabine.

Era un orario che non c’era nessuno, c’era solo il bianco delle costruzioni e il blu cyan intorno.

Camminando nel corridoio delle cabine incrociai un bambino biondo, più o meno della mia età. Non ci conoscevamo. Poi ho visto che era insieme alle persone con cui stava ancora giocando mia mamma. Era il loro figlio o nipotino.

Questo bambino appena mi vide mi salutò tranquillamente, con una naturalezza che non avrei mai avuto, a maggior ragione non avendo mai parlato prima con qualcuno.

Disse semplicemente:

“Ciao bimba scema!”

Ci misi anni a trasformare questo episodio in una divertente epifania. Per almeno dieci anni mi corrose al solo ricordo.

49 Comments

      1. Quando si è bimbi manca il discernimento, più che malvagi si è cattivi in buona fede 
        Nel caso specifico ..
        Nei maschi, nelle femmine non so, è una costante che da bambini, ma anche da adulti, si tenda  a tirar in giro  una bimba/fanciulla…. Questo avviene  perché la suddetta ci piace 🙂

        Piace a 3 people

      2. Io ero buona anche da piccola però! 😅
        Comunque è vero, può essere! Anche una mia amica faceva così, prima odiava quello che poi era la sua futura cotta! 😂
        A questa ipotesi ci ho pensato solo moolto dopo, perché fino a dopo l’adolescenza non solo non mi consideravo potenzialmente interessante per i maschietti, ma nemmeno minimamente esistente come essere femminile, se non per i difetti ovviamente 😅
        Quindi “Bimba scema” per me era una grave critica e basta, non certo un “Ti ho notata!”… impossibile! 😂😂

        Piace a 2 people

      3. Mediamente le bimbe son più mature 🙂
        Il fatto che non lo pensassi non vuol dire che non lo fossi … 🙂
        “Ciao bimba scema” potrebbe prendere la tua connotazione se ci fosse stato un pregresso… Ma era il primo incontro, non c’erano appigli in merito sui quali basare lo scema 
        La frase, pertanto,  non aveva accettazione negativa o era positiva oppure quello era il suo modo consueto  di intercalare

        Piace a 2 people

      4. Ahah, se era il suo intercalare, che sobrietà! 😅😂
        Sì infatti, è sicuramente così! 😀
        Anche perché ho sempre avuto l’autostima bassa, appunto… ma cavoli, se mi son sempre riconosciuta almeno un pregio è proprio quello di non essere scema! 😂

        Piace a 1 persona

      5. Ahah, grazie! 😁
        Chi è che fa colpo, quelli che insultano random? 😂😂 Impresso, mi è rimasto impresso quel bambino, ha raggiunto il suo scopo! 😅😅
        Sì veramente, l’autostima l’ho iniziata a coltivare tardissimo… dovrebbero venderla già pronta! 😂

        Piace a 1 persona

  1. I bambini sono quelle speciali parole vere che spesso feriscono ma molte altre volte ti danno idee che la vita senza veli sarebbe una vita più vera. Tante attinenze. Vivendo a Riccione ti potrei dire CHI NON CONOSCE TORRE PEDRERA..che letta cosi sembrerrebbe degno paragone con grandi località marine…brava Sara… I ricordi devono essere il ns tesoro da far riaffiorare…le basi solide del ns futuro…ricordare equivale a proiettare parti di noi oltre e questo può farci solo migliorare… Sei bravissima… E non dimenticherò mai il tuo articolo descrittivo del tuo papà al centro commerciale..che ho definito magico. I bimbi crescono…e se tutti crescessero come te…il mondo sarebbe più limpido.

    Piace a 2 people

    1. Grazie mille!! *__* Che bello!
      L’ho detto a mio papà che è diventato un personaggio letterario 😀
      Che forte che sei di Riccione, allora conosci la zona!! ^_^ Mitica Torre Pedrera *_*
      Concordo, i ricordi sono fondamentali, così come scegliere a quali dare più valore! 🙂

      "Mi piace"

  2. Io andai a Riccione quando avevo 8 anni. Mi piaceva stare da solo e giocare per conto mio. In albergo mi si avvicina una signore e mi chiede “come ti chiami? Quanti anni hai?” Avute le risposte, la vecchia si gira verso il nipotino e gli grida “Guardaaa, è arrivato il bambino per giocare”.
    Io sono scappato via e per molto tempo ho augurato ogni male a quella signora.

    Piace a 1 persona

  3. Innocentemente crudeli sono i bambini. Mi ricorno ben sessant’anni fa ad un matrimonio di una cuginetta più grande che non mi voleva al tavolo preparato per tutti i bambini perché temeva che non mi sapessi tagliare la carne da sola. Un affronto inaudito per me! 🤣🤣🤣 ancora ci penso!

    Piace a 2 people

      1. Vuoi che a 5 anni non sapessi tagliare la carne? Certo che no, ma sono cose che non si dicono e comunque non l’avrei ammesso neppure sotto tortura, a costo di mangiarla a mozziconi 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

        Piace a 1 persona

      2. Ma infatti! Alcuni sembra che siano contenti di dire cose crudeli… come quelli, anche adulti, che sottolineano i difetti fisici a mo’ di cronaca… come se l’interessato non li sapesse da solo! 🤔😂

        "Mi piace"

    1. Eh sì!! 😂😂 Ma ero a dir poco timida (e anche ora sono pessima in queste cose), e eravamo pure lontani dall’acqua! 😅
      Poi in genere sono più per il lasciar parlare gli stolti, che tanto non capiscono 😁
      Peggio per lui, chissà ora chi è! 😆

      Piace a 1 persona

  4. Ma sai che anche io andavo al mare in Romagna?
    E giocavo con un bambino stupido come quello che hai incontrato tu.
    Solo che il mio mi rubava le biglie.
    Quanti pianti.
    Mia madre che non me le ricomprava.
    E io piangevo.
    Mi diceva di fare i castelli di sabbia.
    Ma io non li sapevo neanche fare i castelli di sabbia…

    Piace a 2 people

    1. Oddio, che affronto, le biglie!! O__O
      Le adoravo!! *_*
      Anch’io avevo delle amichette ladre, ne avevo parlato mesi fa 😀
      Al mare invece avevo un’amica casinista ma simpatica, il mio opposto in tutto xD
      Che forte che anche tu andavi in vacanza lì!!
      Anch’io non ero un granché con i castelli di sabbia, ma quelli “modello base” li sapevo fare! xD

      Piace a 1 persona

      1. Anche a me piacevano le biglie. E mi piacciono ancora. Un po’ di tempo fa ne trovai una in una gelateria. Dicono porti fortuna la biglia. Ma a me no. Comunque ricordo anche che con 500 lire si faceva a cazzotti per prendere la gomma blu nel distributore di gomme. E poi blu era anche il gusto puffo che tutti i ragazzini volevano sul gelato da piccoli. Ma a me piaceva solo perche’ era blu…Mi piaceva andare in Romagna d’estate. Mi sembrava tutto piu’ caldo e colorato. Tutto rotondo e allegro. Non so. I bambini percepiscono tutto insieme. Non dividono le cose. Per loro tutto puo’ diventare una bella estate

        Piace a 1 persona

      2. Vero! Anch’io penso spesso alla differenza di percezione da piccoli…
        A volte penso che ad esempio l’erba era di un colore diverso, e anche la terra… o forse è il ricordo che deforma? Però sì, anche se da piccoli si hanno comunque giornatacce o traumi più o meno grandi, il ricordo è sempre uniforme e positivo.
        Forse perché non c’era la mente cosciente come poi dopo!
        Anch’io adoro il blu, e mi viene subito in mente il ghiacciolo all’anice!! *__*
        Che tutt’ora se mi va un ghiacciolo cerco per primo come gusto xD

        Piace a 1 persona

      3. Il blu è perfetto* Ogni cosa che scrivi mi porta a pensare a milioni di cose che sembrano perfette…Hai un’anima colorata. Come tutti i gelati del mondo :))

        Piace a 1 persona

      4. Che bello!! *_*
        Mi piace pensarmi colorata dentro 😀
        Anche tu nel dialogo mi fai venire in mente sempre altre cose! ^_^
        Il blu è il mio colore preferito, insieme a indaco, lilla, e rosa chiaro! *___*

        Piace a 1 persona

      1. Ahahah Certo* Dal 1999 – ero imbottito d’amore e ascoltavo gli Eiffel 65 all day. Cavalcavo le onde. Facevo esplodere le rocce. Uhhh. L’impero era blu. Tempi d’oro ♡

        Piace a 1 persona

      2. Che bella mini poesia in prosa! *_*
        Me la ricordo quella canzone! 😀
        Come musica elettronica mi piacevano “Right here, right now”, “Hey boy, hey girl” e “Praise you”, i tempi d’oro di MTV!

        Piace a 1 persona

      3. Sei una pazza. Mi spari il Quentin alle 21:07. Potrei tramontare adesso. Zero lucidità quando Quentin è sul palco. Io l’ho visto al concerto del 1 maggio qui a Roma. dischi dritti. Tutta la folla tagliata a metà. ahhh, Tutti zampillanti d’amour. Un’apoteosi!

        Piace a 1 persona

  5. A proposito di Ricordi, ecco di nuovo Giorgio Caproni:
    RICORDO.
    “[…] Eri stanca/e ci sedemmo sopra un gradino/come due mendicanti./Invece il sangue ferveva/di meraviglia, a vedere/ogni uccello mutarsi in stella/nel cielo”.
    Bello immaginare le tue parole mutarsi in stelle nel cielo. Grazie.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...