Razzismo sul bus

Tutti a Milano a rompere i coglioni, che cazzo!

Ma cosa vuol dire?

Vuol dire vuol dire, signora!

Ormai il mese scorso ho assistito a un episodio di razzismo a Milano (sul bus 92), che ho documentato e non avevo ancora condiviso con voi.

Una distinta signora di mezz’età si è messa a strillare a un metro da me dal nulla, e come spesso faccio nelle situazioni ai confini della realtà, ho registrato il tutto.

Ho acceso il registratore vocale dello smartphone, senza farmi notare.

Una scena del genere andava conservata in qualche modo, perché è preziosa a livello antropologico, infatti il monologo in questione contiene tutti i punti cardine di un certo modo di pensare.

In particolare l’ultima frase è emblematica e tipicissima, non solo dei razzisti ma di ogni tipo di persona prepotente: una volta messi davanti alla logica, sviano in nome della libertà di espressione negata.

Ecco un raffinato estratto del minuto 3:00:

“Perché solo lei può parlare, cazzo! Perché solo tu puoi parlare, ma roba da matti, sai? Roba da matti! Ma roba da matti! Io sono libera di parlare molto più di te!”

Ecco il discorso completo. L’ho messo su youtube non elencato, perché non potevo caricarlo direttamente qui:

Tra l’altro la signora parla male di chiunque non sia di Milano, iniziando però il discorso con “Noi di Ferrara…”, quindi probabilmente nemmeno lei è milanese!

108 Comments

      1. nel dna della razza umana i geni del sentirsi superiore abbondano
        è la nostra natura
        solo grazie al pensiero moderno di uomini meravigliosi riusciamo a gestirli

        Piace a 1 persona

      2. secondo asimov i robot e la loro logica salveranno il mondo
        secondo james cameron (terminator) saranno i computer a estinguerci

        potremmo essere un ramo cieco di una evoluzione che dura un milione di anni

        Piace a 2 people

      1. Esatto, era un discorso ben preciso… le pensava queste cose.ì e le ha dette dal nulla.
        Sarebbe stato molto diverso se, per esempio, avesse fatto un’uscita a caldo in seguito a uno scippo… sarebbe stato comunque orribile ma le parole sarebbero state meno pensate e argomentate!
        Magari fosse solo pazzia.. :/

        Piace a 1 persona

      1. Potrebbe essere il testo di una canzone dei LO HO, titolo tipo “Siamo gente educata, cazzo!” dall’album “La reincarnazione non è per tutti”, soprattutto se i LO HO facessero un viaggio in India come i Beatles, però in autobus.

        Piace a 1 persona

  1. Povera signora. Adesso capisco perché hai avuto quella tosse che non ti lasciava dormire 😮 Quando sentivo l’audio ho pensato al colonnello omosessuale e omofobico Frank Fitts di American beauty, pensavo a quel atteggiamento di negare e disprezzare ciò che si è. Sicuramente ho fatto questo collegamento perché questa signora non è di Milano, ma di Ferrara. Ovviamente questa mia osservazione non spiega la sua triste scenata che ha sicuramente altre cause. Ben tornata, tra parentesi.

    Piace a 1 persona

  2. be’ …. dimostrazione molto perspicua che in tutte le pattumiere c’è qualcosa che vale: “la reincarnazione non è mica per tutti” 😄😂😄😂😄😂🐎🐎🐎 …. perla inestimabile, varrebbe un saggio di Umberto Eco!!
    ah, al solito, medaglia al valore per la fatina Sara, agente segreto di grazia e dolcezza infiltrata nelle linee nemiche 😉 🙂 🙂 🥇🥇🥇🥇🥇🏆🏆🏆🏆🏆

    Piace a 1 persona

  3. La maleducazione spesso è associata ai giovani, ma è un errore.
    Intanto perché la maleducazione è insegnata a loro dagli adulti, e poi perché proprio gli adulti sono i più maleducati di tutti, anche perché si sentono “in diritto” di esserlo.

    Piace a 1 persona

    1. Infatti! Assurdo, e anche a parlare immagino che non sarebbe cambiato niente °_°
      Alla fine la gente l’ha zittita ma dubito che abbia per questo rivisto le sue idee, anzi!
      Chi più è ignorante o prepotente è anche meno portato all’autocritica… quella sana! :/

      Piace a 1 persona

      1. Assolutamente! La rabbia può farti dire cose che non avresti voluto, ma non credo sia questo il caso: il suo ragionamento pare proprio il frutto di una mentalità bigotta e razzista a cui dubito che ci sia rimedio…sarei proprio curiosa di sapere se oggi condividerà il ricordo del giorno della memoria, indignandosi per quello che successe allora 😅

        Piace a 1 persona

      2. Concordo! Infatti anche secondo me quelle cose le pensava da prima, eccome… anche perché ha iniziato a parlare dal nulla!
        Sarebbe stato diverso per esempio se avesse detto qualcosa di istintivo in seguito a un comportamento brutto verso di lei sul momento – anche se non avrebbe comunque giustificato il razzismo!
        Sì ovvio, magari oggi fa la santa sul 27 gennaio… ed è qui l’ignoranza: non capire che è la stessa identica cosa solo che ci sono ovviamente mezzi mediatici diversi e etnie diverse prese di mira!

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...