Ode al pesciolino d’argento

Quando in bagno vedo un pesciolino d’argento

io sono felice.

È come se fossi fortunata

a posare l’occhio

proprio in quel momento in cui scappano

verso la loro casa,

senza fare in tempo

prima che accenda la luce entrando nella stanza.

 

Dov’è la loro casa?

Ma certo, è sotto al mobile bianco:

c’è una banda nera alla base

e lì sotto si accede al loro mondo

buio e nascosto a tutti.

Saranno gallerie o grandi buchi?

O dentro c’è un castello segreto

con Re Pesciolino d’Argento?

 

E siccome mangiano di tutto,

anche cose non organiche,

magari lui mangia i residui più preziosi

che i suoi piccoli amici gli portano.

Di sicuro quando li vedo sono in cerca di cibo,

da soli o al massimo in due.

Vedo a volte pesciolini grossi, quasi di 1 cm,

altri invece sono minuscoli, baby pesciolini.

 

Il salotto è il regno delle vespe,

il balcone è il regno delle mantidi,

la camera è il regno dei ragni

e le cimici sono messaggere tra i mondi.

Poi ci sono le zanzare che osservano tutto,

e le formiche controllano la cucina.

Ma i pesciolini d’argento

sono proprio i miei preferiti.

IMG_20180922_101752

Al pesciolino d’argento avevo già dedicato questa poesia.

E il bagno è sempre quello dove c’è la muffa a forma di cartina geografica.

Se non avete mai visto un pesciolino d’argento: è fatto così.

Quali sono i vostri insetti preferiti?

60 Comments

    1. Non cerco nemmeno se sono o no la stessa cosa delle mantidi/cavallette perché sono il mio punto debole, l’unico mio vero TERRORE tra gli insetti! Non le cerco neanche in foto! °__°”
      Sposto ragni, cimici, tutto… ma ho questo tabù xD

      "Mi piace"

  1. Che bella quest’ode. 👍 i miei insetti preferiti sono le coccinelle (ma non sono mai riuscita a vederne di quelle rosse a puntini neri, ma solo quelle marroncine a puntini neri). Pensa che un inverno faceva talmente freddo che, non so da che parte siano entrate, ma me ne sono trovata una piccola colonia che aveva fatto il nido su un bordo interno della finestra della mia camera. Erano così carine che non ho avuto il coraggio di aprire la finestra e spostarle fuori (mi sarebbe dispiaciuto se fossero morte di freddo) così le ho lasciate stare e loro volavano libere nella mia stanza. 😍

    Piace a 1 persona

  2. Non li amo in modo particolare anche se ammiro l’organizzazione di api e formiche. L’unico insetto che mi piace, boh, sarà deformazione professionale non so, sarà che non morde, non punge, non è pericoloso… è la lucciola e, vederle di notte, nelle campagne lascia sempre di buonumore!

    Piace a 1 persona

      1. Naaa! Davvero? Sai, da bambino, soprattutto qui che era aperta periferia ce n’erano tante tante e ricordo sere d’estate in cui noi bambini le andavamo a catturare per metterle dentro i vasetti di vetro. Poi non so cosa è successo ma via via se ne vedevano sempre meno fino a praticamente scomparire. L’anno scorso ho notato un certo ritorno, chissà quest’anno. Comunque vederle nei campi, quando son tante è davvero bello 🙂

        "Mi piace"

  3. Io li odio con tutto me stesso.
    Appena ne vedo uno mi viene l’istinto di Rambo e darei fuoco a tutto.
    Li prendo a ciabattate senza remore, li sterminerei con il gas nervino se potessi.

    Mi spiace che siano i tuoi preferiti…

    Piace a 1 persona

  4. Giusto ieri ne ho trovato uno in bagno anche io. E, senza offesa, l’ho scopato fuori di casa. Bellino, eh, ma con tutte le bestie che ho in casa mi manca solo un allevamento di pesciolini d’argento. 😂

    Piace a 1 persona

    1. Ahah 🤣 beh almeno non l’hai ammazzato 😅
      Ho visto che negli anni restano costanti come numero, o almeno quelli che vedo, quindi li lascio in pace, ma almeno mi trattengo dal portargli cibo in dono come facevo da piccola con le formiche 😂

      "Mi piace"

  5. Odio i mosconi più di ogni altro insetto, ma anche le zanzare non scherzano… le cavallette non mi dispiacciono, in ogni caso le mie preferite sono le coccinelle. Quando ero piccola, se una coccinella mi si posava su una mano, dovevo recitarle questa filastrocca: Babaiola babaiola, piga su libru e bai a iscola” (coccinella coccinella, prendi il libro e va’ a scuola, ma in italiano non torna…) e alla fine la coccinella spontaneamente si levava in volo…

    Piace a 1 persona

Rispondi a Sara Provasi Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...