Un’anima divisa

mask divided
Elementi del collage: immagine dal libro per ragazzi “Folklore” della Disney, e parole da un vecchio numero di Cosmopolitan in formato mini.

Questo collage è dedicato a quelle che chiamo “anime divise”, e lo pubblico proprio oggi che è l’8 marzo perché noto che sono soprattutto le donne ad essere spesso anime divise.

Ma cosa intendo con anima divisa? L’anima divisa è quella di chi è tra due fuochi riguardo a com’è e come vorrebbe essere.

Esorto perciò le anime divise a capire come siano davvero, o meglio a guardare bene, perché sono già quello, e di conseguenza a dare più valore a ciò che sono.

Senza fare paragoni, che è la cosa più sbagliata su questa terra. Soprattutto perché è in quelli che a volte chiamano difetti, o cose di cui si vergognerebbero, che vedo i loro pregi più unici e brillanti.

16 Comments

    1. Vero!! Il problema eventualmente sta solo nel non vederla in sé stessi! Anche perché in qualunque donna, ma anche uomo, dall’esterno vedo della bellezza, quindi è puramente una questione percettiva 🙂
      Ognuno poi ovviamente ha i propri punti di forza… ma non esistono persone brutte, le uniche che posso trovare sgradevoli lo sono solo per via caratteriale!

      Piace a 1 persona

      1. Sicuro! Anzi, è proprio quella la bruttezza eventualmente 😁
        Secondo me è importante notare la propria, oltre che vederla negli altri, ma al di fuori dei canoni estetici… di quelli proprio non mi importa 😂 per questo motivo per esempio non concepisco il concetto di soffrire per apparire… no grazie 😂😂😂

        Piace a 1 persona

  1. Cara Sara, mi è piaciuto molto leggere questa tua riflessione, condivido in pieno le tue parole, credo che – certe unioni siano possibili e necessarie, talvolta frutto di un faticoso e doloroso viaggio, un viaggio anche molto emozionante e generoso, che è poi il viaggio dell’esistere umano. Posso solo aggiungere che, penso questo tuo articolo riguardi tanto voi donne quanto noi uomini. Le maschere, le difese e le prigioni, non hanno genere. Questo è un limite forse, oppure… una possibilità…perché, credo, uomini e donne debbono imparare a Camminare insieme. Non uno sopra e l’altra sotto, non viceversa, ma gli uni accanto alle altre, e in questo processo, forse c’è ricchezza, e disvelamento…un abbraccio.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie mille Ben, i tuoi commenti sono sempre bellissimi e aggiungono sempre molto al discorso *-*
      Hai ragione, è una caratteristica non solo femminile!
      Ed è vero, è un viaggio praticamente eterno, e credo che sia già la consapevolezza del farlo, la cosa più importante! Sapendo che è naturale, è già meno aspra la divisione interiore 🙂
      Un abbraccio a te! ^_^

      "Mi piace"

  2. Capisco benissimo cosa intendi purtroppo! A volte è proprio difficile trovare un equilibrio tra quello che si vuole e quello che si deve… bellissimo il collage 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...