Ho sognato un carrello

Qualche giorno fa ho sognato un carrello!

Dovevo andare da sola a fare la spesa, e il centro commerciale era diverso dal solito.
Era enorme e su tanti piani, collegati da ascensori.
C’erano anche delle scalinate ma era impossibile col carrello.

Nel piano -1 c’erano dei negozi di lusso con piante davanti, e salendo non c’erano altri negozi, ma proprio la parte del supermercato era suddivisa in piani: su un piano la frutta, su un piano la carne e salumi, poi i surgelati ecc.

dav

Il mio carrello era molto grande e pesante, e per salire sugli ascensori c’era da superare ogni volta un odioso gradino basso. Mi dissi che era progettato un po’ scomodo per i carrelli.

Ovviamente non trovavo le cose e dimenticavo cosa prendere nello stesso piano, facendo uno dei miei classici sogni stremanti dove vado su e giù all’infinito.

dav

Una delle spese più stressanti mai fatte! 😀

100 Comments

      1. No no, nell’unico punto comodo ci sta giusto lo stendino 😀
        Se mai qualcuno mi aiuterà un giorno a sistemare (leggi: radere al suolo) il caos che c’è nel garage, allora lì andrebbe bene 😀

        "Mi piace"

      1. Ahahah davvero, chissà di cosa arriveremmo a parlare! xD ❤ ❤
        Se capiti a Milano qualche volta fammelo sapere eh 😀
        Quindi i carrelli sono il nostro step successivo di reincarnazione? O meglio, di remetallizzazione? XDDD

        "Mi piace"

      2. Destino infame… sai che la mia migliore amica è di Milano? Ho proprio sbagliato angolo di mondo 😂
        Piuttosto però siamo noi l’entità superiore ai carelli visto che dipendono da noi…

        Piace a 1 persona

      1. Ahah xD
        Il non rompere è la legge suprema per tutto e tutti 😀
        E lo dico sebbene a volte rompa eh 😀
        Ma almeno lo ammetto, e modestamente è una cosa rara! °_°”

        "Mi piace"

      2. Allora il tuo compagno è decisamente fortunato perché di solito chi rompe, chi esagera, soprattutto con inutile gelosia o con mania di controllo o con lezioni di comportamento non sente ragioni! Invece ammettendolo e riconoscendolo…ci si può lavorare e migliorare ed è sicuramente meno probabile che arrivi il vaffanculo definitivo!😜😈

        Piace a 1 persona

      3. Ahah sì, esatto, le persone davvero rompiballe che conosco sono proprio quelle che non pensano di esserlo – anzi!
        Sul fortunato non lo so, almeno in questo aspetto sì dai xD
        Il controllo e la gelosia poi sono proprio sentimenti che non concepisco °_°

        "Mi piace"

  1. Interessante sogno. Che ricorda Sisifo di cui ho scritto tempo fa. Portiamo un fardello ogni giorno su un carrello. Il gradino è metafora degli ostacoli che incontriamo. I piani del supermercato ricordano la piramide alimentare. Non è che stai facendo qualche dieta? Buona giornata cara 🐞

    Piace a 1 persona

    1. Ciao! 🙂 Tra celiachia e altre intolleranze sono praticamente a dieta perenne! Poi da un po’ ho anche altri problemi di cui sto ancora cercando una diagnosi, quindi sicuramente dieta e ostacoli, pure collegati, ci stanno eccome!
      Grazie mille, buona serata a te! ^_^

      "Mi piace"

  2. Finalmente! I carrelli 🙂
    era tanto che non ne scrivevi! e vedi li hai sognati per riparlarne poi a noi qui 🙂 🙂
    certo alla fine del sogno eri esausta, mi spiace, ma che belle le tue foto di carrelli !!!
    Adesso, come ti dicevo, li vedo con altri occhi – quasi come un’opera d’arte!
    Un abbraccio
    Notte!

    Piace a 1 persona

    1. Grazie!! *_*
      Che bello che li vedi così, sono arte moderna in movimento 😀 ❤
      Vero, sognandoli ho avuto l'ispirazione per scriverne! ^_^
      Stanotte invece ho sognato che avevo due gatti e giocando col laser venivano fuori mondi in 3D assurdi sul pavimento e le pareti 😀

      Piace a 1 persona

      1. Hai ragione, potrei scriverne!! *_*
        Coi gatti non si sbaglia mai xD
        Intanto ho scritto qualcosa sul discorso che si faceva da te del “male” che oltre all’uomo c’è anche nel mondo in generale, ecc… se riesco a dargli una forma sintetica che mi piace lo posto più avanti! 😀
        Grazie mille, buona serata! :*

        Piace a 1 persona

  3. Io trovo stremante durante la spesa accorgermi di avere “saltato” un prodotto delle corsie precedenti. Per esempio ieri è toccato alla maionese.
    Allora abbandono il carrello e vado a zonzo alla ricerca del prodotto perduto.
    Ma credo di non essere l’unico a cui possa capitare, per cui il tuo sogno )al di là dell’aspetto grottesco dei piani e di tutto il resto) ci restituisce uno spicchio di “già visto”:

    Piace a 1 persona

  4. Dopotutto…
    La nostra vita è un centro commerciale
    Negozi che aprono. Negozi che chiudono.
    Persone che vengono. Persone che vanno.
    Il consumismo influenza il nostro vivere.
    Abbiamo perso parte del nostro sentire.
    Di conseguenza, il nostro inconscio
    Elabora sogni stressanti,
    In cui siamo schiavi di un qualcosa più grande di noi.
    In cui siamo schiavi di una società lontana
    Dal nostro essere.

    Fortunatamente
    Il mondo non è ne’ bianco, ne’ nero.
    Ci reggiamo su un equilibrio ancestrale
    Che pervade tutto. Che è parte di noi.

    E quindi….
    La nostra vita non è un centro commerciale.
    Occhi che si aprono. Occhi che si chiudono.
    Persone che ci amano. Persone che amiamo.
    Dipende dal nostro punto di vista.
    Viviamo nel sole. Viviamo nella pioggia.
    Questo per farci sognare l’arcobaleno.

    Piace a 1 persona

      1. L’inconscio spesso ci invia dei segnali (belli, brutti… Senza giudizio, non importa) e molte persone preferiscono seppellire dentro la giornata quello che avrebbero invece occasione di scoprire.

        Scoprire sul mondo.
        Scoprire su se’ stessi.
        Scoprire. A riguardo delle relazioni interpersonali.

        Grazie a te per essere andata contro corrente e averlo condiviso.

        Piace a 1 persona

      2. Grazie a te di averlo ampliato!
        Vero, il concetto di scoprire è fondamentale… magari resta fine a sé stesso, o non risolve i traumi (personali come del mondo, come dicevamo da te) ma è importantissimo… come si può non porre domande? Sono più importanti delle risposte!

        Mi viene in mente che avevo scritto una poesia su questi temi che si chiama proprio “all’ ipermercato”, e sicuramente non l’hai letta perché il post è dell’anno scorso… te la lascio qui! ^_^

        https://attieffimeri.wordpress.com/2018/05/21/allipermercato-una-vecchia-poesia-ritrovata/

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...